Jón Kalman Stefánsson

Il mio sottomarino giallo

Il mio sottomarino giallo

Jón Kalman Stefánsson

Il mio sottomarino giallo

Traduzione di: Silvia Cosimini
Prima edizione: 02 maggio 2024

Pagine: 384
Prezzo di copertina: € 20,00

Il nuovo romanzo – d’ispirazione apertamente autobiografica – del più amato scrittore islandese contemporaneo: una storia su come la vita può essere salvata dalla passione per i libri e per la poesia.

È estate in un parco di Londra, quando a uno scrittore che assomiglia molto all’autore di questo libro sembra di vedere nientemeno che Paul McCartney, seduto sotto un albero. Sopraffatto dall’emozione sente che non può farsi sfuggire l’occasione di parlare al suo idolo di giovinezza. Ma cosa dirgli, tra i milioni di pensieri, ricordi, parole ed emozioni che vorrebbe condividere con lui? Forse la storia comincia nel 1969 quando a sette anni è venuto a sapere della fine dei Beatles e, poco dopo, da una mezza frase del padre su una Trabant gialla scassata, di aver perso la madre. Quando il suo mondo è crollato. Nei mesi successivi, la difficoltà di capire la violenza del dolore, i silenzi impacciati e alcolici del padre, lo squallore dei condomini della periferia di Keflavík, la pervasiva educazione protestante della nuova compagna del padre che da un giorno all’altro, senza presentazioni né spiegazioni, ha occupato tutto lo spazio sonoro della casa, fanno crescere dentro di lui un furore senza nome, mitigato soltanto dal rifugio in un mondo di solitudine dove fantasia e realtà si confondono e dalla bellezza selvaggia dei Fiordi Occidentali dove trascorrerà un’estate con la famiglia. Solo il tempo, misurato in decenni, saprà lenire questa rabbia che conosce pochi – ma potenti – antidoti: la natura, la musica e, molto più tardi, la scoperta dei libri, presi in prestito alla biblioteca comunale e letti voracemente. In un romanzo dove l’ispirazione apertamente autobiografica si mischia ad allucinazioni magiche, tra salti nel tempo e tra i continenti, Jón Kalman Stefánsson ripercorre a cuore aperto una vita intensa e straziante come tante e, munito solo di una penna che sa trovare la speranza quando tutte le luci si spengono, accompagna il lettore nei suoi luoghi oscuri.

Paese: Islanda

Titolo originale: Guli Kafbáturinn
Collana: Gli Iperborei
Numero di collana: 382 (Gli Iperborei)
ISBN: 9788870961829
Altri titoli dello stesso autore Jón Kalman Stefánsson

Nato a Reykjavík, ex insegnante e bibliotecario, si dedica alla poesia prima di passare alla narrativa, distinguendosi subito per una lingua di singolare ricchezza evocativa e diventando uno dei più amati scrittori nordici. Attraverso potenti affreschi dell’Islanda di ieri e di oggi, i suoi romanzi affrontano le grandi domande dell’uomo, la vita, l’amore, il senso ultimo dell’esistenza, il potere d…

Scheda autore
Quando i diavoli si svegliano dèi
Jón Kalman Stefánsson
Quando i diavoli si svegliano dèi
Jón Kalman Stefánsson mette in versi le inquietudini e i sogni della contemporaneità visti dai ghiacci della sua Reykjavík. «Mentre bevo un caffè cal…
Settembre 2023
La tua assenza è tenebra
Jón Kalman Stefánsson
La tua assenza è tenebra
Celebrato in Francia come il miglior romanzo di Jón Kalman Stefánsson (paese in cui ha venduto 50mila copie in due mesi), La tua assenza è tenebra colpisce per la profo…
Ottobre 2022
La prima volta che il dolore mi salvò la vita - Poesie (1988-1994)
Jón Kalman Stefánsson
La prima volta che il dolore mi salvò la vita - Poesie (1988-1994)
Illusioni e disincanto, passioni, amore e ironia nel mondo poetico di Jón Kalman Stefánsson.
Settembre 2021
Crepitio di stelle
Jón Kalman Stefánsson
Crepitio di stelle
Un grande romanzo sull’amore, la poesia e la memoria. Una storia famigliare che va dall’inizio del XX secolo fino ai giorni nostri e si snoda in tutta l’Islanda.
Ottobre 2020
Storia di Ásta
Jón Kalman Stefánsson
Storia di Ásta
Reykjavík, primi anni Cinquanta. In un piccolo appartamento seminterrato Sigvaldi e Helga toccano il cielo con un dito abbandonandosi alla loro giovane e travolgente passione e decidono di chi…
Settembre 2018
Grande come l'universo
Jón Kalman Stefánsson
Grande come l'universo
«Le stelle le vedi soltanto al buio, così ti ricordi che il buio non può spegnere ogni luce.» (Jón Kalman Stefánsson, Grande come l'universo p.249)
Settembre 2016
I pesci non hanno gambe
Jón Kalman Stefánsson
I pesci non hanno gambe
Tutto comincia con l’amore, questa «esplosione solare che ti distrugge la vita e rende abitabili i deserti», ma che con il tempo può raffreddarsi diventando un banale marted&…
Maggio 2015
Il cuore dell'uomo
Jón Kalman Stefánsson
Il cuore dell'uomo
«L’uomo è nato per amare, ecco quant’è semplice il fondamento dell’esistenza. Per questo il cuore batte, questa strana bussola, grazie a lui ci orientiamo tra le…
Maggio 2014
Luce d'estate ed è subito notte
Jón Kalman Stefánsson
Luce d'estate ed è subito notte
“A volte nei posti piccoli la vita diventa più grande”, a volte la lontananza dal rumore del mondo ci apre al richiamo del cuore, dei sensi, dei sogni. È questo intenso sent…
Giugno 2013
La tristezza degli angeli
Jón Kalman Stefánsson
La tristezza degli angeli
«La vita è piuttosto semplice ma l’uomo non lo è, quelli che definiamo gli enigmi dell’esistenza non sono che le nostre complicazioni e le nostre selve oscure.» …
Agosto 2012
Paradiso e inferno
Jón Kalman Stefánsson
Paradiso e inferno
È l’Islanda, dove le forze primordiali della natura rendono i destini immutabili nel tempo, il luogo di questo racconto di gente di mare persa nell’asprezza dei giorni e delle nott…
Marzo 2011

Vuoi restare aggiornato sui progetti di Iperborea?