Gesù

Carl Theodor Dreyer

Gesù

Traduzione di:
Prefazione di: Goffredo Fofi
Prima edizione: 22 febbraio 2023

Pagine: 350
Prezzo di copertina: € 19,00

Dreyer cominciò a vagheggiare un film sulla vita di Gesù sin dagli anni ’30, ma fu soprattutto dopo l’occupazione nazista che il progetto si delineò: i romani erano come i tedeschi e il popolo ebraico, un tempo come allora, era vittima di persecuzioni. 

Grazie all’incontro nel 1949 con Blevin Davis, un impresario teatrale superficialmente interessato all’idea, Dreyer continuò fino alla morte a lavorare ostinatamente alla sceneggiatura di Gesù, convinto di poter realizzare il sogno di una vita. Solo nel 1967 accettò di prendere in considerazione le proposte della RAI e quindi spedì una versione completa della sceneggiatura perché fosse tradotta. Ma nel marzo 1968 il regista morì. Quella traduzione è finalmente stata ritrovata: era stata affidata a Carlo Maria Martini, il futuro cardinale, perché desse una sua valutazione da biblista; da lui era passata a un suo confratello che l’ha conservata fino a ora. Questo volume raccoglie il testo più integrale che esiste del lungo lavoro di riscrittura da parte di Dreyer. A completamento dello scenario ripresentiamo anche due saggi che Dreyer scrisse per chiarire quali fossero le sue intenzioni: Chi crocifisse Gesù? (1951) e Le radici dell’antisemitismo (1959). Leggere oggi questo testo non è soltanto un piacere per i cinefili ma anche l’occasione per avvicinarci a un personaggio fondamentale per la nostra cultura attraverso un punto di vista tutt’altro che scontato: un Gesù carismatico, sensitivo, quasi parapsicologo, divisivo e perfino arrogante. «Questo film», ebbe a dire Dreyer nel 1964, «è la storia dell’Uomo-Gesù. Che sia o no stato il Figlio di Dio non mi dice un granché.»

Paese: Danimarca

Collana: Gli Iperborei
Numero di collana: 363
ISBN: 9788870916638

Vuoi restare aggiornato sui progetti di Iperborea?