Titoli

La rivolta di Guadalajara



La rivolta di Guadalajara

Ci sono nella storia, come nella vita di ogni uomo, dei malintesi del caso, che vengono scambiati per destino. E anche l’arrivo di un viaggiatore stanco in una città misera e dimenticata dal mondo può diventare la scintilla di una rivolta. Siamo in un Messico in pieno fermento rivoluzionario, ma è al nord che si concentrano i rivoltosi, lo stato di Jalisco al sud è troppo arretrato e povero per interessare qualcuno; la capitale, Guadalajara, vive isolata nel suo immobile torpore: fabbriche in disuso, saline abbandonate, una popolazione prostrata dalle malattie e dalla fame, un’Avenida Central quasi sempre deserta in una città che pare pietrificata come un animale preistorico nella pianura arsa e desolata. Un’inerzia che genera sogni, nutre ambizioni, diffonde un senso di messianica attesa, si trasforma nell’illusoria certezza che qualcosa di grande dovrà pur accadere per riscattare un’esistenza così priva di valore e significato. E’ in questa trappola di aspettative che capita El Vidriero, uno di quegli uomini erranti che ne hanno avuto abbastanza del loro paese come del loro ambiente sociale, e non fanno che viaggiare, vagando irrequieti “nella speranza di trovare altrove quel che è sempre mancato loro”, ovunque estranei, inappagati “cercatori del popolo”. Non è difficile prenderlo per il Messia, al suo apparire all’orizzonte di Guadalajara, nella luce del tramonto, con quei suoi misteriosi vetri che luccicano come una croce risplendente sulle spalle e quel suo aspetto da nazareno: perché non credere, o almeno non far credere, che sia lui l’atteso Redentore che porterà il benessere e la giustizia e restituirà agli indios i loro dèi e l’antica gloria? A metà tra realtà e leggenda, tra mito e storia, il romanzo racconta con spietata lucidità la parabola di una rivolta, con quel miscuglio di fanatismo e utopia, ambizioni frustrate, manipolazione di individui e di folle, interessi personali, giochi politici, tradimenti e corruzione, quella miscela esplosiva che ritrova i suoi luoghi e i suoi capri espiatori in tutti i tempi.

Titolo originale: De opstand van Guadalajara
Prima edizione: Febbraio 1999
pp. 144
Nazione: Olanda
Traduzione di: Fulvio Ferrari
Postfazione di: C. Nooteboom
Collana: Narrativa
Numero di collana: 78
ISBN: 9788870910780
Con il contributo di: Programma "Cultura" della Commissione europea
Prezzo di copertina: € 9,50
Contenuti extra
pdf  Scarica l'incipit in Pdf
pdf  Scarica la postfazione in Pdf

Acquista:
LIBRO

Collana I Miniborei

Collana Luci

Prossime uscite

Eventi

Corsi di lingua

Con i corsi di lingue Iperborea continua la sua missione di avvicinamento e scambio tra la cultura scandinava e il nostro paese, iniziata nel 1987 con la ricerca, la traduzione e la pubblicazione delle maggiori opere letterarie classiche e contemporanee del Nord Europa in Italia. Dal 2011 infatti, inizialmente da sola e poi in collaborazione con l’Istituto Culturale Nordico di Anna Brännström, organizza a Milano corsi di lingue nordiche a vari livelli, per singoli e gruppi di tutte le età e per aziende, avvalendosi della collaborazione di insegnanti di lingua professionisti.

I corsi

I più venduti